Assistenza e riparazione elettrodomestici, i consigli del tecnico

 I nostri tecnici sono formati, e si tengono in costante aggiornamento sulle problematiche degli elettrodomestici, presso le aziende per cui effettuiamo il servizio di assistenza elettrodomestii.

nostri tecnici sono formati, e si tengono in costante aggiornamento sulle problematiche degli elettrodomestici, presso le aziende per cui effettuiamo il servizio di assistenza. Perciò la professionalità e l’esperienza acquisita rappresentano un valido supporto, e la miglior garanzia, che offriamo a tutti coloro che desiderano avere qualità e durata nel tempo dei propri elettrodomestici.

Per ciascuna tipologia di elettrodomestici: LAVATRICE – ASCIUGABIANCHERIA – LAVASTOVIGLIE – FRIGORIFERO – FORNO A MICROONDE –  PIANO DI COTTURA – FORNO – CAPPA – MACCHINA PER CAFFE’ – ASPIRAPOLVERE i nostri tecnici forniscono la spiegazione, e le possibili soluzioni, ai dubbi e ai problemi più frequenti.
In conclusione, se hai un dubbio o un problema con uno dei tuoi elettrodomestici, prima di richiedere l’intervento del tecnico, prova a consultare queste note, potrebbero chiarire i tuoi dubbi.
I suggerimenti dei tenici ti proporranno anche il prodotto specifico per ogni problema di manutenzione e/o pulizia. E quando è necessario ti suggeriranno di contattare il nostro servizio di assistenza elettrodomestici.

Lavatrice

elettrodomestici lavatrice

Oblo' e coperchio carica alto

LA MANIGLIA DELLA MIA LAVATRICE E’ GUASTA
Quando un programma si è appena concluso non è possibile aprire lo sportello. Si tratta di una caratteristica di sicurezza della serratura, la quale si sblocca dopo 2-5 minuti. Se però dopo 2-5 minuti la maniglia non permette l’apertura, innanzitutto controllare l’eventuale presenza di danni visibili sulla maniglia. Alcuni modelli di lavatrice non consentono l’apertura dell’oblò se non avviene lo scarico completo dell’acqua.

Se non è possibile scaricare l’acqua oppure se sono presenti danni alla maniglia, richiedere l’intervento di un tecnico che venga a risolvere il problema a domicilio.

LO SPORTELLO DELLA LAVATRICE NON SI APRE
La serratura si sblocca dopo 2-5 minuti dal termine del ciclo.  Alcuni modelli di lavatrice non consentono l’apertura dell’oblò se non avviene lo scarico completo dell’acqua. Se il ciclo è stato interrotto prima del termine provvedere allo scarico manuale dell’acqua ed attendere 2 – 5 minuti prima di aprire.

Se lo sportello comunque non si apre, richiedere l’intervento di un tecnico che venga a risolvere il problema a domicilio

LA GUARNIZIONE IN GOMMA DELLO SPORTELLO DELLA LAVATRICE E’ SPORCA

I costanti lavaggi a temperature basse nonché l’uso eccessivo di detersivi liquidi (a base di enzimi) possono causare la formazione di morchia e quindi residui gelatinosi sulla guarnizione dell’oblò, sui tubi e sul cestello. Conseguentemente i tubi si ostruiscono e  si sviluppano cattivi odori che possono persino lasciare residui sul bucato. La causa potrebbe essere l’uso di eccessivo detersivo o lavaggi regolari a basse temperature. Se si effettuano soltanto lavaggi a massimo 40 °C, col tempo si formerà un accumulo di residui di detersivo e sporco nella lavatrice. Questo fenomeno può essere la causa di sporcizia, macchie o grasso sulla guarnizione.

 

PULIZIA DELA GUARNIZIONE DELLO SPORTELLO O DELLE PARTI DELLA LAVATRICE

Suggeriamo di pulire regolarmente la guarnizione dello sportello per evitare gli accumuli di sporcizia e infine di lasciare lo sportello leggermente aperto alla fine del programma.
Ma se non risolvi è possibile utilizzare il nostro detergente Electrolux specifico per lavatrici:
SUPER CLEAN, in un solo ciclo elimini morchie e cattivi odori.

LA GUARNIZIONE IN GOMMA DELLO SPORTELLO SI E’ ALLENTATA

Una guarnizione allentata, danneggiata o deformata deve essere riparata o sostituita da un tecnico autorizzato, in quanto potrebbe comportare delle perdite.

 

Non utilizzare l’apparecchiatura fino a quando il problema non sia stato risolto.
Si consiglia l’intervento di uno dei nostri tecnici per risolvere il problema.

LA GUARNIZIONE DELLO SPORTELLO DELLA MIA LAVATRICE E’ ATTORCIGLIATA E PERDE

 Normalmente i danni alla guarnizione dello sportello sono causati da:

  • Sovraccarico della macchina

  • Quando all’inizio di un programma di lavaggio i capi rimangono agganciati tra la guarnizione e lo sportello

Per determinare l’esatta natura del problema, è opportuno che uno dei nostri tecnici venga ad ispezionare la macchina a domicilio.

È POSSIBILE CAMBIARE LA DIREZIONE DI APERTURA DELLO SPORTELLO DELLA MIA LAVATRICE?

 Spiacenti, ma il senso di apertura dello sportello di una lavatrice non può essere invertito per nessun motivo

IL COPERCHIO DELLA MIA LAVATRICE A CARICA DALL’ALTO EMETTE UNO SCRICCHIOLIO QUANDO LO APRO.

 Gli scricchiolii provenienti dal coperchio possono essere causati da sporcizia accumulata sulle sue cerniere. Il problema può essere risolto semplicemente pulendo  le cerniere con un panno umido. Rimuovere gli eventuali pelucchi/residui di stoffa. Se le cerniere sono pulite, controllare se presentano danni visibili.
Se le cerniere sembrano essere danneggiate o continuano a scricchiolare anche dopo la pulizia, per risolvere il problema richiedere l’intervento di un tecnico.

LO SPORTELLO DELLA LAVATRICE SI APRE DURANTE L’ESECUZIONE DI UN PROGRAMMA

Il coperchio può essere aperto senza problemi subito all’inizio di un programma di lavaggio premendo semplicemente il pulsante di avvio/pausa.
Se è possibile aprire lo sportello dopo che la lavatrice ha finito di caricare l’acqua, o durante i cicli di lavaggio, o di centrifuga, scollegare immediatamente l’apparecchiatura dalla rete elettrica e non utilizzarla fino a quando un tecnico non l’abbia ispezionata.

TRA LO SPORTELLO E IL CESTELLO DELLA MIA LAVATRICE È RIMASTA IMPIGLIATA DELLA BIANCHERIA

Chiudendo lo sportello della lavatrice, assicurarsi che non vi sia della biancheria impigliata tra la guarnizione e lo sportello.

Come conseguenza di un lembo di guarnizione attorcigliata vi è prtroppo il rischio di perdite d’acqua!

Il display e messaggi di errore

E20 – VIENE VISUALIZZATO L’ERRORE “E20”

L’errore E20 indica che la lavatrice non ha scaricato l’acqua. Il filtro sporco, o la presenza di corpi estranei, possono impedire lo scarico. Seguendo le indicazioni riportate sul libretto istruzioni provvedere alla pulizia del filtro. Se la lavatrice scarica direttamente a muro, smontare e pulire a fondo il raccordo di scarico a muro.
Se il problema persiste richiedere l’intervento di un tecnico.

E40 – VIENE VISUALIZZATO IL CODICE DI ERRORE “E40”

L’oblò della lavatrice non è ben chiuso, aprire e richiudere l’oblò dopo aver verificato che un carico eccessivo non ne impedisca la completa chiusura.
Se quanto detto sopra non risolve il problema, è possibile richiedere l’intervento di un tecnico.

EF2 – VIENE VISUALIZZATO IL CODICE DI ERRORE “EF0”

Il detersivo utilizzato potrebbe aver prodotto schiuma in eccesso che quindi la lavatrice non riesce ad espellere. Accertarsi che il detersivo usato sia idoneo per lavatrice e provare ad effettuare un nuovo lavaggio utilizzando però metà della quantità raccomandata di detersivo.

SUL DISPLAY DELLA MIA LAVATRICE LAMPEGGIA UNA SPIA

Il LED può stare ad indicare che lo sportello è aperto o anche che il pulsante di avvio non è stato premuto. Innanzitutto effettuare queste verifiche. Se si tratta di un errore, il relativo significato è riportato nel manuale delle istruzioni.
Se il problema persiste per determinare l’esatta natura del problema, è opportuno che uno dei nostri tecnici autorizzati venga ad ispezionare la macchina a domicilio

IL DISPLAY DELLA LAVATRICE NON È LEGGIBILE.

Potrebbe essere dovuto al fatto che non lo si sta guardando frontalmente. Infatti se si guarda il display lateralmente, o dall’alto verso il basso, questo può sembrare poco chiaro. La regolazione della luminosità e del contrasto del display possono inoltre avere un effetto sulla sua leggibilità. Se la lavatrice è dotata della funzione di regolazione della luminosità e del contrasto, è possibile trovare ulteriori informazioni nel manuale delle istruzioni.
Se quanto detto sopra non risolve il problema, è possibile richiedere l’intervento di un tecnico.

 

Problemi di funzionamento

IL PROGRAMMA DI LAVAGGIO DELLA LAVATRICE DURA TROPPO A LUNGO

Un carico di biancheria sbilanciato aumenta la durata del programma. Non si tratta perciò di un’anomalia della lavatrice. La lavatrice calcola il tempo in base al carico di biancheria e il display ne visualizza una stima. L’aumento graduale della durata del programma riduce il consumo di energia. La fase di riscaldamento ottimizzata permette di risparmiare energia e, la durata più lunga, garantisce gli stessi risultati di lavaggio. Se si ha accesso alla presa, eseguire un reset della lavatrice staccando la spina, attendere 30 secondi quindi ricollegarla.
Se il problema persiste, si consiglia l’intervento di uno dei nostri tecnici autorizzati

IL PROGRAMMA DI ASCIUGATURA DELLA MIA LAVASCIUGA DURA TROPPO A LUNGO

Le apparecchiature di oggi possono funzionare a lungo, poiché le componenti elettroniche rilevano costantemente la durata del programma Su alcuni modelli quindi riducono o prolungano automaticamente tali durate, a mano a mano che il programma avanza, in base alla quantità di bucato, di macchie o all’umidità riscontrata sui capi.
Questo vale sia per i cicli di lavaggio sia per i cicli di asciugatura.
Perciò il ciclo si estende o si riduce a seconda del peso, del carico e dell’umidità riscontrata sui capi. Inoltre, alcuni modelli rilevano elettronicamente il grado di asciugatura dei capi e di conseguenza non terminano il ciclo fino al raggiungimento del livello corretto. Ad esempio, i cicli ‘Stiro facile’.

SUGGERIMENTI

  • Per i suggerimenti, vedere quanto segue:
  • Se l’opzione Antipiega è selezionata, deselezionarla.
  • Se l’opzione Extra risciacquo è selezionata, deselezionarla.
  • Assicurarsi comunque che ci sia acqua in entrata nell’apparecchiatura e che sia erogata ad una pressione adeguata poiché questo potrebbe allungare la durata del programma e, in alcuni casi, potrebbe impedire lo scioglimento del detersivo. In caso di mancato carico dell’acqua, consultare la guida interattiva
  • Se l’opzione Partenza ritardata è selezionata, deselezionarla.
  • Assicurarsi che l’apparecchiatura esegua lo scarico correttamente poiché l’acqua presente all’interno del cestello potrebbe far ripartire il ciclo se l’apparecchiatura ritiene che il livello dell’acqua non è cambiato prima dell’avvio della centrifuga.

  • DOPO UN CICLO/PROGRAMMA DI LAVAGGIO PRESENTANO PELUCCHI/LANUGINE

  • Alcuni tipi di tessuto, in lana o in felpa per esempio, potrebbero rilasciare della lanugine. La lanugine rilasciata potrebbe attaccarsi sui tessuti durante il ciclo in corso o durante il ciclo successivo. Questo inconveniente aumenta con i tessuti sintetici. Per evitare la formazione di pelucchi sugli indumenti, si consiglia di:
  • Non lavare i tessuti scuri dopo aver lavato ed asciugato quelli colorati (soprattutto se in lana e felpa) e viceversa.
  • Svuotare il cestello ed eseguire un programma di lavaggio a vuoto di manutenzione (per esempio a 60 gradi), dopo questo ciclo pulire la guarnizione e lo sportello con un panno umido.

I CAPI SONO TROPPO STROPICCIATI DOPO IL LAVAGGIO NELLA LAVASCIUG

Le cause principali potrebbero essere tre:

  1. Sovraccarico. Assicurarsi che il cestello non sia sovraccarico di capi. Perciò onsultare il manuale per le istruzioni sul carico e sul tipo di tessuto.
  2. Velocità di centrifuga inadeguata. Si consiglia di scegliere srmpre la velocità di centrifuga corretta per il carico e per il tipo di capi da lavare. Consultare sempre il manuale delle istruzioni.
  3. Temperatura dell’acqua troppo calda. Verificare inoltre che la temperatura dell’acqua selezionata sia adeguata al tipo di biancheria presente nel cestello.

Suggerimenti!
Assicurarsi di rimuovere la biancheria dal cestello al termine della centrifuga e alla fine del ciclo di lavaggio, in quanto rimanendo a lungo nel cestello i capi potrebbero stropicciarsi.

I CAPI SI RESTRINGONO DOPO IL LAVAGGIO IN UNA LAVASCIUGA.

Capi in lana
La lana è un materiale naturale vivo che deve essere lavato e asciugato in base ad alcune regole e modalità. Naturalmente, si consiglia sempre di attenersi alle istruzioni di lavaggio riportate sui singoli capi.
Non utilizzare detersivi in polvere contenenti enzimi

La lana non tollera gli enzimi, in quanto questi possono scioglierla. Pertanto, è molto importante non lavare i capi in lana con detersivi a base di enzimi. È possibile acquistare detersivi appositi per il lavaggio dei capi in lana, i migliori da utilizzare in questo caso.

Lavaggio dei capi in lana – non utilizzare acqua calda
Il calore dell’acqua di lavaggio può far restringere la lana. Molte lavatrici dispongono di un programma per la lana che è il più adatto al lavaggio di questi capi. L’etichetta sui capi indica che devono essere lavati a mano? Si consiglia allora di riempire una bacinella con acqua fredda e detersivo per la lana e lavare i capi a mano.

LA LAVATRICE NON SCALDA E NON COMPAIONO CODICI DI ERRORE.

L’elettronica dell’apparecchiatura è in grado di riconoscere un guasto della resistenza e di produrre il relativo codice di errore.In caso contrario, il problema potrebbe essere facilmente risolvibile. Seguire le istruzioni seguenti per capire se i suggerimenti forniti aiutano a risolvere il problema.

  • Controllare che l’apparecchiatura non sia sovraccarica
  • Verificare che il programma selezionato preveda un ciclo a caldo.
  • Il filtro dello scarico è stato pulito di recente?
  • Se l’acqua della zona è dura, ai carichi di lavaggio può essere necessario aggiungere delle pastiglie anticalcare o installare in nostro dispositivo NEOCAL.

NB: Le apparecchiature di oggi effettuano lavaggi a temperature ridotte per cui l’oblò non si scalda come avveniva nei modelli precedenti.

LA LAVATRICE EMETTE UN RONZIO DURANTE IL LAVAGGIO

Non si tratta di un’anomalia. Molte lavatrici producono questo tipo di rumore, normalmente proveniente dal motore. Questo componente è dotato di parti mobili interne che entrano in contatto tra loro provocando questo tipo di suono.

RUMORE UDIBILE PER TUTTA LA DURATA DEL CICLO.

Potrebbe trattarsi delle fibbie e cerniere che sbattono contro il vetro, delle vibrazioni nei cicli di centrifuga, delle pompe e dei motori in funzionamento, del carico d’acqua durante i cicli di riempimento, degli elementi che si riscaldano. Ventole in funzionamento durante i cicli di asciugatura (solo per lavasciuga), Bip di cambio ciclo, avvio e fine.

LA LAVATRICE FA RUMORE – SI MUOVE E VIBRA DURANTE IL CICLO DI CENTRIFUGA

  1. Assicurarsi che i bulloni per il trasporto siano stati rimossi dal retro      dell’apparecchiatura.
  2. Livellare l’apparecchiatura agendo sui piedini regolabili. L’apparecchiatura deve essere stabile e posizionata su un pavimento rigido e in piano. È importante che non vi siano dei “rimbalzi” poiché l’apparecchiatura vibra durante la centrifuga
  3. Assicurarsi che tutti i tubi flessibili siano montati e fissati correttamente e in modo sicuro alla parte posteriore del corpo dell’apparecchiatura. I tubi allentati possono vibrare contro la macchina durante i cicli di centrifuga emettendo un rumore simile a dei colpi.
  4. Controllare che la biancheria da lavare sia stata caricata correttamente assicurandosi che nessun tessuto rimanga intrappolato tra lo sportello e il cestello.
  5. Inserire un unico solo capo di biancheria o sovraccaricare il cestello può in ugual modo causare una centrifuga sbilanciata.
  6. Monete, accendini, bottoni o altri piccoli oggetti intrappolati nel filtro di scarico,,controllare il filtro. Consultare il manuale  delle istruzioni per capire come eseguire questa operazione.
  7. Ferretti dei reggiseni – controllare i fori e tra le sezioni del cestello

LA LAVATRICE È STATA DANNEGGIATA DURANTE LA CONSEGNA

In caso si rilevino danni durante il disimballaggio della macchina
Chiamare immediatamente il rivenditore presso cui si è acquistato il prodotto per comunicare la presenza di danni da trasporto riscontrati sull’apparecchiatura. Il numero di telefono del rivenditore è indicato sulla fattura o sulla bolla di consegna.

Non collegare né utilizzare l’apparecchiatura
.

LA LAVATRICE HA STRAPPATO I CAPI

I problemi riscontrati possono avere cause differenti. I simboli di lavaggio presenti sui capi indicano se possono essere sottoposti a centrifuga? Capi non idonei ad essere centrifugati inevitabilmente si rompono. È possibile che l’apparecchiatura sia stata sovraccaricata? I bottoni e le cerniere sono stati chiusi durante il lavaggio? Sono visibili dei corpi estranei nella guarnizione dello sportello? Sono presenti segni di danneggiamento nel cestello?

Per ulteriore assistenza e per determinare l’esatta natura del problema, è opportuno che uno dei nostri tecnici autorizzati venga ad ispezionare la macchina a domicilio

Pulizia lavatrice

PULIZIA DELLA LAVATRICE

Si consiglia di pulire l’apparecchiatura semenplicemente con acqua e sapone. Infatti i detergenti possono reagire con gli ammorbidenti, graffiando i componenti di plastica e rendendoli fragili. Vedere anche le Istruzioni utente per la manutenzione dell’apparecchiatura. Le informazioni riportate di seguito servono da guida:
Periodicamente effettuare lavaggi con prodotti specifici (Super Clean) per evitare cattivi odori e macchie sulla guarnizione oblò.

Suggerimenti:

  • Per la corretta pulizia del filtro, seguire le istruzioni riportate di seguito:

— Spegnere l’apparecchiatura;
— Aprire lo sportello del vano filtro e posizionarvi sotto un contenitore;

– Scaricare l’acqua dalla macchina aprendo i tubi flessibili di scarico accanto al filtro;
— Rimuovere il filtro ruotandolo (con fermezza) in senso antiorario;
— Pulire il filtro sotto l’acqua corrente, quindi reinstallare il filtro;

— Chiudere il tubo flessibile di scarico e riposizionarlo nella sua posizione originale;
— Chiudere lo sportello del vano filtro;

L’apparecchiatura è ora pronta all’uso; all’avvio del ciclo verificare la presenza eventuale di perdite.

Le informazioni di cui sopra sono fornite esclusivamente come indicazioni approssimative. È anche possibile fare riferimento alle istruzioni complete presenti nel libretto di uso e manutenzione.

Cassetto detersivo

Nel tempo possono formarsi funghi e muffe.
Pulire eventuali fuoriuscite o residui di detersivo dal cassetto ponendolo sotto acqua corrente tiepida. Estrarre il cassetto e utilizzare uno spazzolino per pulire i residui e le incrostazioni di sapone in polvere o liquido dalle singole sezioni (un vecchio spazzolino può andar bene).
Guarnizione della lavatrice

La muffa che si forma sulle guarnizioni in gomma delle lavatrici tende a macchiarle di scuro. È possibile rimuovere tali muffe usando del bicarbonato di sodio, della candeggina gel o del detergente per lavastoviglie, i quali sciolgono anche le macchie e i residui di sapone più ostinati. Durante la pulizia assicurarsi di indossare dei guanti in gomma e degli occhiali protettivi.
Esterno

Spesso le lavatrici presentano una finitura esterna smaltata. La soluzione migliore è utilizzare un panno umido o imbevuto di detergente universale delicato o di sapone per i piatti. Pulire delicatamente la superficie esterna della lavatrice. È possibile riscontrare la formazione di evidenti macchie appiccicose che i pelucchi e i residui di sapone per bucato hanno formato sulla lavatrice. Di solito, un panno imbevuto di acqua tiepida è sufficiente per pulire l’intera zona. Per la pulizia degli angoli e degli spigoli, procedere con un cotton fioc.

NON UTILIZZARE PRODOTTI ABRASIVI

Suggeriti dal tecnico !

elettrodomestici superclean

SUPER CLEAN

Tenete la vostra lavatrice pulita e fresca come se fosse nuova.

I costanti lavaggi a temperature basse nonché il crescente uso di detergenti liquidi (a base di enzimi) può causare la formazione di morchia e residui gelatinosi sulla guarnizione dell’oblò, sui tubi e sul cestello. I tubi si ostruiscono, e si sviluppano cattivi odori che possono persino lasciare residui sul vostro bucato.

Questo kit rimuove tutte le sostanze residue, lasciando pulite tutte le componenti della lavatrice e garantendo condizioni di pulizia ottimali.

Questa confezione consente di effettuare 2 applicazioni.

disincrostante anticalcare per lavatrice

DESCALER

Rimuove il calcare per consentire alla lavatrice e alla lavastoviglie di funzionare come se fossero nuove.

Questo decalcificante è ideale per le zone in cui l’acqua è più dura, dato che consente di rimuovere il depositi di calcare: ciò consente di aumentare la durata di vita dell’apparecchiatura evitando la formazione di cattivi odori.

Offre prestazioni ottimali e riduce il consumo energetico: mantenendo puliti i tubi e il cestello vengono garantiti dei risultati di lavaggio ottimali con un consumo minimo di energia, ciclo dopo ciclo.

dose singola 200g.

elettrodomestici neocal

NEOCAL

Dispositivo Universale Anticalcare ai magneti permanenti al NEODIMIO, da applicare al rubinetto della lavatrice o Lavastoviglie. Riduce il rischio di incrostazioni assicurando una maggiore durata dell’elettrodomestico. Il dispositivo possiede magneti permanenti con un potente campo magnetico che rompe i cristalli di calcio, trasformandoli in aragonite, impedendo l’aggregazione e quindi l’incrostazione.

Asciugabiancheria

elettrodomestici ASCIUGATRICE

Installazione

POSSO INSTALLARE LA MIA ASCIUGABIANCHERIA ALL’ESTERNO?
Se la tua asciugabiancheria funziona a pompa di calore deve essere installata in ambiente con temperatura superiore a 10 °C, con temperatura inferiore il suo rendimento diminuisce notevolmente e con temperatura di 5 °C smette di funzionare.
Perciò evita di installarlo all’esterno o in ambiente dove la temperatura scenda sotto i 10 °C.

E’ POSSIBILE  INVERTIRE IL SENSO DI APERTURA DELLO SPORTELLO DELLA MIA ASCIUGABIANCHERIA?
È possibile invertire il senso di apertura dello sportello delle asciugabiancheria, questa operazione non rientra nella garanzia.

Funzionamento anomalo?

LA MIA ASCIUGABIANCHERIA INDICA UN TEMPO DI ASCIUGATURA TROPPO LUNGO
Non è un guasto della tua asciugabiancheria, i sensori hanno rilevato una temperatura ambiente troppo bassa e il controllo elettronico ha adeguato il tempo previsto di asciugatura. Quando la temperatura dell’ambiente dove hai installato la tua asciugabiancheria tornerà sopra i 10 °C il tempo indicato tornerà normale. Comunque non temere durante il ciclo il tempo viene corretto ed adeguato alle effettive esigenze.

 EMETTE UN RUMORE INUSUALE
Nuova installazione:
Il rumore potrebbe essere causato dalla pompa che deve essere innescata con un po’ d’acqua, dal sensore di umidità o dal feltro. Se l’asciugabiancheria è nuova, è richiesto un periodo di rodaggio.

Ronzio:
Il motore potrebbe incepparsi od avere difficoltà a far muovere il cestello. E’ possibile che l’apparecchiatura sia sovraccarica. Rimuovere alcuni indumenti.

Se il rumore persiste, l’apparecchiatura deve essere controllata da un tecnico.

 

Bip:
Il rumore può essere causato dal sensore umidità o dal nastro di feltro. Se l’asciugabiancheria è nuova, è richiesto un periodo di rodaggio.

Rumore metallico:
La ventola dell’aria può essere allentata. 
Per il controllo è necessario l’intervento di un tecnico.

Cigolio:
Il rumore può essere causato dal sensore umidità o dal nastro di feltro. Se l’asciugabiancheria è nuova, è richiesto un periodo di rodaggio.

SE L’APPARECCHIATURA SI SURRISCALDA
Pulire i filtri e il condensatore (vedere il manuale delle istruzioni e le immagini per la procedura di pulizia).
Se il condensatore e i filtri sono puliti e il problema persiste, per il controllo e la riparazione occorre l’intervento di un tecnico.

Prestazioni

IMPIEGA TROPPO TEMPO AD ASCIUGARE.
Prima di caricare la biancheria è bene eliminare il più possibile l’acqua dalla biancheria con un’adeguata centrifuga. Anche i modelli più evoluti se caricati con biancheria ancora zuppa non potranno mai asciugare. Centrifugare almeno a 1000 giri, meglio 1200 o più.  Quando si  acquista una asciugatrice è bene he abbia una cpacitò di carico uguale, o superiore, a quella della lavatrice, in modo da non sovraccaricala.

Controllare, ed eventuamente pulire come indicato sul manuale d’uso, i filtri sulla porta e sullo scambiatore.

ALCUNI CAPI NON SONO BEN ASCIUTTI
Un aspetto spesso sottovalutato è come inserire in modo corretto gli indumenti. Non serve eccessiva cura ma nemmeno buttarli come fossero un groviglio di stracci.

È sufficiente inserirli uno alla volta facendo attenzione che le gambe dei pantaloni e le maniche delle maglie non siano arrotolate. Inserire i capi alla rinfusa è infatti una delle cause che porta ad un’asciugatura parziale. Conviene sempre separare i capi in base al tipo di fibra con cui sono realizzati. Ogni tessuto ha infatti tempi di asciugatura variabili e naturalmente diversa capacitò di trattente l’acqua. Un carico senza distinzione porta spesso ad avere capi ben asciutti e altri ancora parzialmente umidi.
La scelta del corretto ciclo di asciugatura è fondamentale per ottenere i risultati attes
i. Un consiglio è di leggere attentamente il libretto delle istruzioni in modo da conoscere con esattezza tutte le modalità di funzionamento offerte dall’apparecchio.

L’ASCIUGATRICE NON ASCIUGA
Se la macchina è sovraccarica, se la biancheria è caricata alla rinfusa e se non si è fatta una orretta selezione dei tessuti, non dobbiamo stupirci se i risultati sono scadenti. La corretta pulizia dei filtri è un aspetto di vitale importanza. In caso di funzionamento anomalo verificare innanzitutto che i filtri non siano sporchi seguendo scrupolosamente le istruzioni riportate sul maanuale d’uso.L’asciugatrice funziona correttamente solo se la temperatura ambiente è compresa tra 10 e 35 °C. Con temperature inferiori a 10 °C, o superiori a 35°C il rendimento diminuisce. Con temperatura inferiore a 5°C l‘asciugatrice smette di funzionare.

Display e messaggi di errore

SULLA MIA ASCIUGABIANCHERIA SI ACCENDE O LAMPEGGIA IL LED DEL CONTENITORE DELL’ACQUA.
Il LED del serbatoio dell’acqua è sempre acceso alla fine del programma di asciugatura, per ricordare che occorre svuotarlo dopo ogni ciclo. Se il LED è ancora acceso dopo aver spento e riacceso l’apparecchiatura, o se si accende prima di ogni programma, c’è dell’acqua nel serbatoio di troppopieno. Può darsi che il condensatore debba essere pulito (vedere il manuale delle istruzioni).
Se l’asciugatrice è collegata allo scarico tramite un tubo, può darsi che non funzioni correttamente, se il tubo è attorcigliato oppure se non è stato accorciato.

 

SUL DISPLAY DELLA MIA ASCIUGABIANCHERIA APPARE UN’ICONA A FORMA DI LUCCHETTO.
E’ stato attivato il blocco di protezione bambini. Questo evita che il programma possa essere involontariamente avviato o modificato.

Lo spegnimento varia a seconda dell’apparecchiatura: per ulteriori informazioni, riferirsi al manuale delle istruzioni del relativo modello.

 

SULLA MIA ASCIUGABIANCHERIA SI ACCENDE LA SPIA DEL CONDENSATORE.
Indica che il condensatore deve essere pulito regolarmente. Se l’apparecchiatura non asciuga adeguatamente, pulire il condensatore, i filtri ed i condotti dell’aria. Se la pulizia non risolve il problema, il controllo e la riparazione devono essere eseguiti da un tecnico.

Suggeriti dal tecnico !

riparazione ekettrodomestici versilia viareggio

SALVIETTE  PROFUMATE

L’aggiunta delle nostre salviettine morbide per asciugabiancheria a ogni ciclo rende i tuoi capi più morbidi e facili da stirare appena usciti dal cesto. Adatte a tutti i tessuti lavabili, le salviettine riducono le pieghe, hanno un effetto antistatico e profumano il bucato. Monouso e adatte a tutte le asciugabiancheria. Include 30 salviette.

accessori elettrodomestici versilia massa carrara

PALLINE DRYERBALLS

Le palline dryerballs hanno le estremità appositamente studiate per ammorbidire la rigidità delle fibre dovuta al processo di asciugatura dell’acqua e ammorbidiscono il bucato senza fare ricorso a prodotti chimici tossici.
Le due palline hanno differenti tensioni (una è più dura dell’altra) e presentano noduli ammorbidenti di forma diversa. I nodi quadrati comprimono e ammorbidiscono il tessuto, quelli rotondi rilassano le fibre per ridurre la durezza. Funzionano insieme per sollevare e separare la biancheria durante la centrifuga. Conservano inoltre il calore e lo trasferiscono agli indumenti in fase di asciugatura, contribuendo al processo.

Lavastoviglie

elettrodomestici lavastoviglie

Problemi di funzionamento

IL CESTO E/O I MULINELLI DELLA MIA LAVASTOVIGLIE SONO SCOLORITI.

Di colore rossastro o rosa?

La passata di pomodoro e altre salse possono lasciare segni rossi sulle stoviglie e sui componenti dell’apparecchiatura. Queste macchie si tolgono usando un detersivo specifico per lavastoviglie.

Sono stati lavati oggetti in terracotta?

Gli oggetti in terracotta possono lasciare segni di colore marrone sulle altre stoviglie presenti nella lavastoviglie.

Residui bianchi sul carico?

I residui bianchi possono essere dovuti al sale. E’ possibile che il coperchio del sale non sia correttamente avvitato.

Sono state lavate posate od altri oggetti d’argento?

 Quando non utilizzati, gli oggetti in argento possono scurirsi a causa dello zolfo presente nell’aria. Lavandoli è possibile che anche le altre stoviglie e i cestelli presenti nella lavastoviglie rimangano macchiati. Alcuni oggetti d’argento hanno solo un piccolo strato d’argento e non possono essere lavati nella lavastoviglie.

IL CONTENITORE DEL DETERSIVO DELLA MIA LAVASTOVIGLIE NON SI CHIUDE.

Per la sicurezza dei tuoi elettrodomestici il controllo e la riparazione devono essere eseguiti da un tecnico.

OPPURE NON SI APRE COMPLETAMENTE.

È possibile che ci sia qualcosa sul cestello superiore (ad esempio profumatori o prodotti anticorrosivi per vetro) che impedisce l’apertura corretta del contenitore del detersivo. Tuttavia su molti modelli di lavastoviglie il contenitore detersivo si apre completamente solo aprendo lo sportello a fine lavaggio.

L’INTERRUTTORE ON/OFF DELLA MIA LAVASTOVIGLIE È DANNEGGIATO.

Per la sicurezza dei tuoi elettrodomestici il controllo e la riparazione devono essere eseguiti da un tecnico.

LA MIA LAVASTOVIGLIE NON SI SCALDA.

Pulire i filtri interni ed effettuare una prova con un programma a 65 °C o 70 °C.
Se le stoviglie non sono calde dopo la fine di un programma a 65 °C o 70 °C, è presente un problema tecnico. Il controllo e la riparazione devono essere eseguiti da un tecnico.
 

NON SI AVVIA O NON SI RIESCE AD IMPOSTARLA.
Lavastoviglie non collegata, assenza di corrente elettrica o fusibile bruciato.

Verificare che la lavastoviglie sia collegata e riceva corrente elettrica. Controllare anche che i fusibili siano tutti in ottime condizioni.

Assenza di erogazione d’acqua o bassa pressione dell’acqua in ingresso.

Controllare che ci sia acqua nella rete idrica, aprendo un rubinetto. Se dal vostro rubinetto l’acqua viene erogata con una buona pressione, controllare che il rubinetto della lavastoviglie sia completamente aperto.

Selezionata partenza ritardata o programma ancora in esecuzione.

 Se si seleziona la partenza ritardata o se il programma è ancora in esecuzione, prima di effettuare una nuova selezione è necessario annullare le impostazioni precedenti.

SI ARRESTA DURANTE IL PROGRAMMA

Se non vi è alcuna spia LED programmi accesa, la lavastoviglie potrebbe non essere collegata, potrebbe non ricevere corrente elettrica o è possibile che un fusibile si sia bruciato.Verificare che la lavastoviglie sia collegata e riceva corrente elettrica. Controllare anche che i fusibili siano tutti in ottime condizioni.

Il programma scelto:

Su alcune lavastoviglie, è normale che il programma “Extra silent” o “Ciclo notturno” comprendano anche lunghe pause (più di 20 min.).

È presente un problema di scarico:

A causa di un problema di scarico, la lavastoviglie si arresta durante il programma. Leggere le informazioni sullo scarico relative alla risoluzione dei problemi più comuni.

C’è qualche spia LED programmi accesa?

È possibile che l’apparecchiatura stia ancora eseguendo un programma, per annullarlo procedere come descritto nel manuale delle istruzioni.

NON SCARICA L’ACQUA

I filtri non sono puliti.

Pulire i filtri della lavastoviglie seguendo le istruzioni riportate nel manuale delle istruzioni.

Il tubo di scarico è strozzato o piegato.

Verificare che il tubo di scarico non sia schiacciato o piegato. 

Il coperchio del sifone non è stato rimosso.

C’è normalmente una copertura nel sifone dello scarico (generalmente blu) oppure un disco nel collegamento dello scarico. Rimuoverli.

SCARICA SOLO ACQUA.

Sul fondo della macchina è presente dell’acqua è necessario contattare il tecnico.

LA PORTA DELLA MIA LAVASTOVIGLIE CADE.

Se si tratta di una lavastoviglie da incasso installata di recente è possibile che l’anta dello sportello sia troppo pesante. In questo caso contattare l’installatore.
Se la lavastoviglie non è da incasso o l’installazione non è recente il controllo e la riparazione devono essere eseguiti da un tecnico.

LO SPORTELLO DELLA MIA LAVASTOVIGLIE NON È DRITTO E/O NON SI CHIUDE CORRETTAMENTE.

Le regolazioni della cerniera o della chiusura non sono corrette. Ricontattare l’installatore dell’apparecchiatura per assicurarsi che la chiusura e lo sportello siano montati secondo le istruzioni d’installazione.

EMETTE UN RUMORE INSOLITO.

Si sentono ronzii subito dopo l’avvio?

È normale che la lavastoviglie inizi un programma di lavaggio eseguendo uno scarico dell’acqua.

Colpi forti o battiti?

Sono dovuti all’apertura del contenitore del detersivo nella lavastoviglie, che sbatte con forza contro lo sportello.

Dei bip durante il funzionamento della pompa?

Al successivo utilizzo, aggiungere un goccia di detersivo liquido (non troppo!) nel dosatore, in modo tale che il meccanismo della pompa venga lubrificato ed il rumore dovrebbe scomparire. 

 

Battiti durante la fase di asciugatura?

L’apparecchiatura ha un problema tecnico, probabilmente dovuto alla ventola turbo. Il controllo e la riparazione devono essere eseguiti da un tecnico.

IL PROGRAMMA DELLA MIA LAVASTOVIGLIE DURA TROPPO A LUNGO.

Le cause possibili sono

Il programma selezionato:

L’asciugatura dei programmi ECO e BIO è passiva e richiede quindi più tempo proprio perché le stoviglie si asciugano in modo naturale.

Si utilizzano pastiglie 3-in-1 (MULTITAB). 

Per ottenere buoni risultati di lavaggio e asciugatura, il programma dura circa 20 minuti in più, quando si usa la funzione pastiglia “3-in-1” (MULTITAB).

È presente un problema di scarico: 

A causa di un problema di scarico, il programma della lavastoviglie dura più a lungo. Leggere le informazioni sullo scarico relative alla risoluzione dei problemi più comuni

È IN CORTO CIRCUITO.

Se un’altro elettrodomestico è in funzione, l’assorbimento totale potrebbe essere superiore all’energia disponibile.

PERDE ACQUA.

Il tubo di scarico è a posto?

Controllare che non ci siano ostruzioni nello scarico. 

E’ stato staccato o appena installato?

Controllare che il tubo di carico e la sua ghiera filettata siano stati montati correttamente.

Prestazioni

ASCIUGA MALE.

Il risultato dell’asciugatura deve essere valutato dalle stoviglie e dai bicchieri.

Gli oggetti in plastica come le posate e i contenitori e le parti in plastica dell’apparecchiatura rimango bagnati.

Le possibili cause di risultati di asciugatura insoddisfacente sono:

Il programma scelto:

L’asciugatura dei programmi ECO e BIO avviene passivamente e richiede quindi più tempo; inoltre, i programmi da 30 minuti non dispongono di un ciclo di asciugatura finale. Fare la prova con un programma da 65 °C o 70 °C.

Assenza di brillantante o dosaggio di brillantante troppo basso.

Si consiglia di aggiungere ulteriore brillantante o di regolarlo ad un livello più alto, come descritto nel manuale delle istruzioni. Anche se si utilizzano le pastiglie 3 in 1 (MULTITAB), aggiungere separatamente il brillantante.

Le stoviglie lavate con detersivo liquido prima del lavaggio in lavastoviglie.

Questo comporta un’eccessiva formazione di schiuma e può influire sul risciacquo.

Lavastoviglie sovraccarica, carico errato o scaricata troppo presto alla fine del ciclo.

Caricare la lavastoviglie secondo le istruzioni riportate nel manuale. Alla fine del ciclo consentire all’acqua di risciacquo in eccesso di asciugarsi/evaporare prima di scaricare la lavastoviglie. Tuttavia non lasciare la lavastoviglie carica troppo a lungo, poiché l’umidità residua può far depositare nuovamente dell’acqua sulle stoviglie. Scaricare prima il cestello inferiore.

I RISULTATI DEL LAVAGGIO DELLA MIA LAVASTOVIGLIE NON SONO SODDISFACENTI.

Mulinello bloccato?

Controllare se il mulinello (superiore o inferiore) può ruotare liberamente e che non sia bloccato. Un mulinello può anche bloccarsi internamente, non girando più e non erogando più acqua. Questo di solito è la conseguenza di un posizionamento scorretto del filtro. Si può provare anche usando uno stecchino per sbloccare i fori dei mulinelli.

Installata di recente?

Generalmente si tratta di una causa tecnica. Si consiglia di fare una prova usando un programma Intensivo, seguendo le istruzioni per il carico indicate nel manuale delle istruzioni, eliminando la maggior parte dei residui di cibo ed effettuando un programma ammollo se non si esegue subito un ciclo di lavaggio.

La temperatura aumenta?

Pulire entrambi i filtri interni ed effettuare una prova con un programma da 65° o 70 °C.

Se le stoviglie non sono calde dopo la fine di un programma da 65 °C o 70 °C, è presente un problema tecnico. È pertanto necessario l’intervento di un tecnico.

Problema con i bicchieri?

La corrosione e i graffi del vetro sono causati dalla combinazione di vetro, calore e detersivo. Occorrerebbe usare sempre il programma specifico per il vetro. Fare riferimento alle istruzioni del produttore relative al detersivo.

 

LA PASTIGLIA NON SI SCIOGLIE CORRETTAMENTE NELLA MIA LAVASTOVIGLIE.

Le pastiglie usate non si sciolgono correttamente?

È possibile che la pastiglia non fuoriesca dal dosatore al momento giusto. Controllare se c’è qualcosa che lo ostruisce. Si consiglia inoltre di usare detersivo in polvere. Contattare il produttore del detersivo o consultarne il sito web, se necessario. Le vecchie apparecchiature utilizzavano più acqua facendo sciogliere la pastiglia più rapidamente.

Display e messaggi di errore

IL LED DEI PROGRAMMI DELLA MIA LAVASTOVIGLIE LAMPEGGIA.

È possibile che l’apparecchiatura stia ancora eseguendo un programma, per annullarlo procedere come descritto nel manuale delle istruzioni.

SUL DISPLAY DELLA MIA LAVASTOVIGLIE APPARE L’ERRORE “I30”

Se c’è acqua sul fondo della macchina e sul display compare l’errore “i30” occorre contattare un tecnico.

APPARE L’ERRORE “I20”

Sul display appare l’errore “i20” quando la lavastoviglie non scarica l’acqua, e le possibili cause sono:

I filtri non sono puliti.

Pulire i filtri della lavastoviglie seguendo le istruzioni riportate nel manuale delle istruzioni.

Il coperchio del sifone non è stato rimosso.

C’è normalmente una copertura nel sifone dello scarico (generalmente blu) oppure un disco nel collegamento dello scarico. Rimuoverli.

Il tubo di scarico è strozzato o piegato.

Verificare che il tubo di scarico non sia schiacciato o piegato.

IL SECONDO LED DELLA MIA LAVASTOVIGLIE LAMPEGGIA

Si tratta di un errore che si verifica quando la lavastoviglie non scarica l’acqua, vedi il paragrafo precedente

IL PRIMO LED DELLA MIA LAVASTOVIGLIE LAMPEGGIA

Si tratta di un errore che si verifica quando la lavastoviglie non carica acqua, e le possibili cause sono:

Assenza di erogazione d’acqua o bassa pressione dell’acqua in ingresso.

Controllare che ci sia acqua nella rete idrica, aprendo un rubinetto. Se dal vostro rubinetto l’acqua viene erogata con una buona pressione, controllare che il rubinetto della lavastoviglie sia completamente aperto.

Si è verificato un problema sul rubinetto oppure il tubo di carico è strozzato o piegato.

Verificare che entri acqua dal rubinetto della lavastoviglie e che il tubo di carico non sia strozzato o piegato. 

È presente un problema di scarico:

A causa di un problema di scarico, la lavastoviglie non carica acqua e sul display appare Error i10. Leggere le informazioni sullo scarico relative alla risoluzione dei problemi più comuni.

SUL DISPLAY DELLA MIA LAVASTOVIGLIE APPARE L’ERRORE “I10”

Sul display appare l’errore “i10” quando la lavastoviglie non carica acqua, e le possibili cause sono:

Assenza di erogazione d’acqua o bassa pressione dell’acqua in ingresso.Controllare che ci sia acqua nella rete idrica, aprendo un rubinetto. Se dal vostro rubinetto l’acqua viene erogata con una buona pressione, controllare che il rubinetto della lavastoviglie sia completamente aperto.

Si è verificato un problema sul rubinetto oppure il tubo di carico è strozzato o piegato.

Verificare che entri acqua dal rubinetto della lavastoviglie e che il tubo di carico non sia strozzato o piegato.

È presente un problema di scarico:

A causa di un problema di scarico, la lavastoviglie non carica acqua e sul display appare l’errore “i10”. Leggere le informazioni sullo scarico relative alla risoluzione dei problemi più comuni.

 

Cura e manutenzione

DALLA LAVASTOVIGLIE PROVIENE UN ODORE SGRADEVOLE

E’ possibile che le tubature per l’acqua interne siano sporche. Si consiglia di usare regolarmente un programma ad alta temperatura in modo che l’apparecchiatura venga pulita internamente. Se necessario, utilizzare un detergente per lavastoviglie specifico come il nostro DEGREASER o CLEAN & CARE
Se il problema persiste, il controllo e la riparazione devono essere eseguiti da un tecnico.

Suggeriti dal tecnico !

accessori elettrodomestici versilia massa carrara

CLEAN & CARE

Il calcare presente in lavabiancheria e lavastoviglie può lasciare delle macchie e dei segni su indumenti e pentole. Questo decalcificante, di elevata qualità, è in grado di rimuovere efficacemente il calcare e i depositi dai vostri elettrodomestici, assicurandovi risultati ottimali di pulizia. Privo di fosforo e tensioattivi, è ideale per le zone in cui l’acqua è più dura. L’utilizzo mensile permette di ottenere prestazioni eccellenti riducendo al tempo stesso i consumi energetici.

sgrassante per lavastoviglie

DEGREASER

Tenete la lavastoviglie pulita e fresca per garantire risultati di lavaggio ottimali. Questo sgrassante evita la formazione di cattivi odori causati da residui di cibo intrappolati. Rimuove i depositi di grasso e di cibo, pulendo la lavastoviglie in modo completo, anche nei punti non raggiungibili a mano. Se usato regolarmente, mantiene pulito l’interno della lavastoviglie, garantendo condizioni di pulizia ottimali.

 

 

disincrostante anticalcare per lavatrice

DESCALER

Rimuove il calcare per consentire alla lavatrice e alla lavastoviglie di funzionare come se fossero nuove.
Questo decalcificante è ideale per le zone in cui l’acqua è più dura, dato che consente di rimuovere il depositi di calcare dagli elettrodomestici: ciò consente di aumentare la durata di vita dell’apparecchiatura evitando la formazione di cattivi odori.

Offre prestazioni ottimali e riduce il consumo energetico: mantenendo puliti i tubi e il cestello vengono garantiti dei risultati di lavaggio ottimali con un consumo minimo di energia, ciclo dopo ciclo.

 

Frigorifero

Estetica e installazione

LE PARTI IN PLASTICA DEL MIO FRIGORIFERO PRESENTANO GRAFFI.

Si consiglia di pulire l’apparecchiatura semplicemente con acqua e sapone. I prodotti per la pulizia possono rendere fragili le parti in plastica e facilitare la formazione di graffi. Per la manutenzione dell’apparecchiatura fare riferimento al manuale delle istruzioni. Il componente in questione può essere sostituito.

E’ POSSIBILE INVERTIRE IL SENSO DI APERTURA DELLA PORTA DEL MIO FRIGO CONGELATORE COMBINATO?

Modelli con display sulla porta.

A causa del cavo del display presente sulla porta, non è possibile invertire il senso di apertura della porta. Fare riferimento al libretto delle istruzioni.

L’inversione del senso di apertura della porta (ove possibile) deve essere effettuata da un tecnico.

L’inversione del senso di apertura della porta non rientra nella garanzia.

Altri modelli.

Le porte il cui senso di apertura può essere invertito sono indicate nei manuali delle istruzioni dei relativi modelli di apparecchiatura.

 

Funzionamento anomalo

L’ILLUMINAZIONE DEL MIO FRIGORIFERO NON FUNZIONA.

Se l’illuminazione è difettosa, sostituire la lampadina.

IL MIO FRIGORIFERO NON RAFFREDDA.
La luce interna è accesa?

Se non lo fosse, controllare l’alimentazione elettrica.

Il compressore è caldo od emette dei ticchettii?

Il controllo e la riparazione devono essere eseguiti da un tecnico.

ALL’INTERNO DEL MIO FRIGORIFERO SI CREA TROPPA CONDENSA O GHIACCIO.

 

La porta si chiude correttamente?

 

Nel caso di apparecchiature a libero posizionamento, la guarnizione della porta può essere controllata usando un foglio di carta. La carta dovrebbe aderire bene in qualsiasi punto quando la porta è chiusa. Tuttavia, nel caso delle apparecchiature da incasso questo controllo potrebbe essere eseguito soltanto togliendo lo sportello in legno della cucina.

IL VANO FRIGORIFERO DEL MIO FRIGORIFERO CONGELA.

 

Depositi di ghiaccio sulla parete posteriore?

 

E’ normale che si formi della brina sulla parete posteriore. La brina viene eliminata dal sistema di sbrinamento automatico (se presente).

Ventilazione sufficiente?

 

Controllare che ci sia circolazione d’aria sia in alto che in basso (soprattutto se l’apparecchiatura è ad incasso). Se non c’è abbastanza ventilazione, il vano congelatore non raggiunge la temperatura richiesta e di conseguenza congela nel vano frigorifero. Vedere il manuale delle istruzioni.

Gli alimenti sono congelati?

 

Poiché il sistema di raffreddamento si trova sulla parete posteriore, è possibile che gli alimenti vicini ad esso si congelino. Si raccomanda di porre gli alimenti lontano dalla parete posteriore.
Se tutti gli alimenti si congelano, esiste un problema tecnico di raffreddamento che deve essere controllato e riparato da un tecnico.

IL MIO FRIGORIFERO EMETTE UN SUONO, POTREBBE TRATTARSI DI UN ALLARME ACUSTICO DI MALFUNZIONAMENTO.

 

L’apparecchiatura potrebbe essere stata caricata troppo, la temperatura ambiente potrebbe essere molto elevata, la porta potrebbe essere rimasta aperta troppo a lungo o potrebbe essere stata chiusa non correttamente. Per il , se presente, usare il tasto Reset e seguire le istruzioni riportate sul manuale utente.

IL MIO APPARECCHIO PRODUCE RUMORI DI FISCHIO, RONZIO O DI ROMBO

 

Si tratta di normali rumori di funzionamento. Nel compressore di raffreddamento ci sono un motorino elettrico e alcune valvole meccaniche che causano questo rumore.

IL MIO APPARECCHIO PRODUCE UN RUMORE DI CREPITIO O BATTITO

 

Crepitii o battiti 2-10 volte al giorno.

 

Questi rumori sono da considerarsi normali.
Lo sbrinamento regolare della parete posteriore da 2 a 10 volte al giorno fa aumentare temporaneamente la temperatura dell’evaporatore che, appunto, si trova nella parete posteriore. Il materiale isolante e i tubi del refrigerante si espandono per poi contrarsi nuovamente; questo normale ciclo di sbrinamento provoca il rumore. L’esperienza ha dimostrato che questo rumore diminuisce col passare del tempo.

DAL COMPRESSORE O DAL LATO POSTERIORE DEL MIO FRIGORFERO NON PROVIENE ALCUN RUMORE.

 

La spina è ben inserita nella presa?

 

Il sistema di raffreddamento probabilmente è spento.

 

Accendere il sistema di raffreddamento.

Se l’apparecchiatura è accesa, il frigorifero potrebbe essere in fase di sbrinamento.
Si tratta di una condizione normale per un frigorifero con funzione di sbrinamento completamente automatica. Il ciclo di sbrinamento si attiva periodicamente e dura all’incirca 30 minuti.
Se i consigli summenzionati non risolvono il problema, mettersi in contatto con il Centro di assistenza.

IL MIO APPARECCHIO PRODUCE UN RUMORE DI CLIC DELL’INTERRUTTORE ALL’ACCENSIONE/SPEGNIMENTO DEL COMPRESSORE

 

Rumore di clic continuo

 

Il relè di avviamento del compressore potrebbe essere difettoso.
Questo problema può essere risolto con il reset della macchina. Il reset può essere fatto scollegando la macchina dall’alimentazione per circa 1 ora.
Se il problema si ripresenta, chiamare il tecnico dell’assistenza perché effettui un controllo/riparazione. 

LA PORTA DEL MIO FRIGO CONGELATORE COMBINATO NON SI CHIUDE CORRETTAMENTE.

 

La guarnizione della porta è in ordine?

 

Nel caso di apparecchiature a libero posizionamento, la guarnizione della porta può essere controllata usando un foglio di carta. La carta dovrebbe aderire bene in qualsiasi punto quando la porta è chiusa. Tuttavia, nel caso delle apparecchiature da incasso questo controllo potrebbe essere eseguito soltanto togliendo lo sportello in legno della cucina.

NEL MIO CONGELATORE SONO PRESENTI DEPOSITI DI GHIACCIO.

La guarnizione della porta è in ordine?

 

Per apparecchiature a libero posizionamento, la guarnizione della porta può essere controllata usando un foglio di carta. La carta dovrebbe aderire bene in qualsiasi punto quando la porta è chiusa. Tuttavia, nel caso delle apparecchiature da incasso questo controllo potrebbe essere eseguito soltanto togliendo lo sportello in legno della cucina.
Se questi interventi non dovessero risolvere il problema, rivolgersi ad un addetto all’assistenza.

La temperatura esterna è alta?

 

Con buone condizioni atmosferiche l’umidità dell’aria è elevata e l’apparecchiatura viene usata di più. L’umidità calda forma della condensa, il che causa depositi di ghiaccio. Si consiglia di sbrinare il frigorifero e di non impostare il termostato su posizioni troppo elevate.

Sbrinato di recente?

 

Se non lo si è fatto di recente, per prima cosa sbrinare.

ALL’INTERNO DEL MIO CONGELATORE SI CREA TROPPA CONDENSA O GHIACCIO.

 

La guarnizione della porta è in ordine?

 

Nel caso di apparecchiature a libero posizionamento, la guarnizione della porta può essere controllata usando un foglio di carta. La carta dovrebbe aderire bene in qualsiasi punto quando la porta è chiusa. Tuttavia, nel caso delle apparecchiature da incasso questo controllo potrebbe essere eseguito soltanto togliendo lo sportello in legno della cucina.
Se questi interventi non dovessero risolvere il problema, rivolgersi ad un addetto all’assistenza.

IL MIO CONGELATORE NON CONGELA CORRETTAMENTE.

 

Sono presenti molti alimenti al suo interno?
In questo caso si consiglia di usare l’interruttore Superfreeze.
L’apparecchiatura si trova in un garage, in un capannone, in un locale esterno o in un altro ambiente freddo?
Vedere l’indicazione della classificazione del clima sulla targhetta dei dati. Il corretto funzionamento può essere garantito solo per apparecchiature di classe SN con una temperatura ambiente da +10 a +32°C.

IL MIO CONGELATORE CONGELA TROPPO.

 

E’ in modalità congelamento e/o la spia LED arancione è accesa?
Una temperatura fino a -20°C è normale per un congelatore. Si può regolare una temperature superiore usando il termostato. Se il congelatore si trova nella modalità congelamento (la spia LED arancione è accesa). Uscire da questa modalità. Vedere le istruzioni per l’utente.
Se i consigli summenzionati non risolvono il problema, mettersi in contatto con il Centro di assistenza.

I CASSETTI DEL MIO CONGELATORE SI CONGELANO.
La guarnizione della porta è in ordine?
Nel caso di apparecchiature a libero posizionamento, la guarnizione della porta può essere controllata usando un foglio di carta. La carta dovrebbe aderire bene in qualsiasi punto quando la porta è chiusa. Tuttavia, nel caso delle apparecchiature da incasso questo controllo potrebbe essere eseguito soltanto togliendo l’anta in legno della cucina.
Se questi interventi non dovessero risolvere il problema, rivolgersi a un addetto all’assistenza.

IL VANO FRIGORIFERO DEL MIO FRIGORIFERO CONGELA.

Depositi di ghiaccio sulla parete posteriore?

E’ normale che si formi della brina sulla parete posteriore. La brina viene eliminata dal sistema di sbrinamento automatico (se presente).

Ventilazione sufficiente?

Controllare che ci sia circolazione d’aria sia in alto che in basso (soprattutto se l’apparecchiatura è ad incasso). Se non c’è abbastanza ventilazione, il vano congelatore non raggiunge la temperatura richiesta e di conseguenza congela nel vano frigorifero. Vedere il manuale delle istruzioni.

Gli alimenti sono congelati?

Poiché il sistema di raffreddamento si trova sulla parete posteriore, è possibile che gli alimenti vicini ad esso si congelino. Si raccomanda di porre gli alimenti lontano dalla parete posteriore.
Se tutti gli alimenti si congelano, esiste un problema tecnico di raffreddamento che deve essere controllato e riparato da un tecnico.

Il diplay e messaggi di errore

SUL DISPLAY DEL MIO FRIGORIFERO SI ACCENDE IL led DI AVVERTENZA.
Di solito questo accade in combinazione con l’allarme acustico. L’apparecchiatura potrebbe essere stata caricata troppo, la temperatura ambiente potrebbe essere elevata, la porta potrebbe essere rimasta aperta troppo a lungo o potrebbe essere stata chiusa non correttamente. Per il ripristino usare il tasto Reset e seguire le istruzioni utente.

 SUL DISPLAY DEL MIO FRIGORIFERO APPARE LA SCRITTA “O” LAMPEGGIANTE
Per la sicurezza dei tuoi elettrodomestici il controllo e la riparazione devono essere eseguiti da un tecnico.

SUL DISPLAY DEL MIO FRIGORIFERO APPARE LA SCRITTA “-” LAMPEGGIANTE.
La temperatura nel vano frigorifero è inferiore a 0℃. Potrebbe essere necessario regolare in modo diverso il termostato.
Se il problema persiste, esiste un problema legato all’impianto di raffreddamento che deve essere controllato e riparato da un tecnico.

SUL DISPLAY DEL MIO FRIGORIFERO APPARE COSTANTEMENTE LA SCRITTA “-“.
La temperatura nel vano frigorifero è superiore a 9 °C. Potrebbe essere necessario regolare in modo diverso il termostato oppure la porta potrebbe essere aperta.
Se il problema persiste, esiste un problema legato all’impianto di raffreddamento che deve essere controllato e riparato da un tecnico.

c

Utilizzo

COME SI SBRINA IL MIO FRIGO CONGELATORE COMBINATO?
Seguire i passaggi riportati di seguito e riprodurre il video per vedere la procedura di sbrinamento corretta:
– Spegnere l’apparecchiatura ed estrarre la spina dalla presa di corrente a parete;
– Rimuovere i prodotti e i cassetti contenuti all’interno;
– Se in dotazione, servirsi del raschietto per ghiaccio/paletta di sbrinamento e posizionare il    contenitore raccogli acqua;
– Lasciare che i depositi di ghiaccio si scongelino in modo naturale, lasciando la/le porta/e aperte;
– Al termine dello sbrinamento, pulire ed asciugare l’interno con un panno; 
– Togliere la paletta di sbrinamento e riposizionare i cassetti;
– Chiudere la/le porta/e e ricollegare l’alimentazione;
– Accendere l’apparecchiatura e aspettare che raggiunga la temperatura richiesta (4 – 6 ore).

Avvertenza: Non usare mai oggetti appuntiti per togliere i depositi di ghiaccio per evitare di danneggiare l’interno del congelatore, o di creare perdite nel sistema di raffreddamento.


Pulizia

COME SI PULISCE IL FRIGO CONGELATORE COMBINATO?
Pulizia delle parti interne:
Si consiglia di pulire l’apparecchiatura semplicemente con acqua e sapone. I prodotti per la pulizia possono rendere fragili le parti in plastica e facilitare la formazione di graffi.
Consultare la sezione del manuale delle istruzioni relativa alla pulizia e alla manutenzione dell’apparecchiatura. Le parti danneggiate possono forse essere sostituite.


DAL MIO FRIGORIFERO PROVIENE UN ODORE SGRADEVOLE.
L’apparecchiatura è rimasta spenta per un certo periodo. L’interno è da pulire o contiene alimenti dall’odore pungente.
Pulire l’interno compreso l’interno della porta usando 2 cucchiai di bicarbonato di sodio sciolti in 0,95 litri di acqua calda. Strizzare l’eccesso di acqua dalla spugna o dallo straccio prima di pulire nelle vicinanze dei comandi, delle lampadine o di qualsiasi componente elettrico. Pulire i ripiani in vetro con un detergente per vetri; attendere che raggiungano la temperatura ambiente prima di immergerli in acqua calda. Gli accessori e i ricambi sono acquistabili nel nostro negozio.

Suggeriti dal tecnico !

puliaccessori elettrodomestici versilia massa carrara

FRIGO CARE

Questo detergente rimuove le macchie dal frigorifero con facilità, sia internamente che esternamente. Il prodotto, inoltre, evita la formazione di cattivi odori.
Offre risultati perfetti in termini di pulizia e di igiene, lasciando le superfici scintillanti e sicure.

flacone spray da 250ml

EASY DEFROST

Questo spray utilizzato durante le operazioni di pulizia riduce notevolmente i tempi di sbrinamento. Facilita lo scioglimento e quindi la rimozione del ghiaccio dal congelatore.

Forno microonde

La cottura a microonde

QUAL È LA DIFFERENZA RISPETTO ALLA COTTURA TRADIZIONALE?
Rispetto alla cottura tradizionale, nel microonde, i cambiamenti molecolari dei cibi che avvengono nel corso della cottura sono ridotti, perché le microonde agiscono in modo omogeneo sul cibo (sia in profondità che in superficie), distribuendo il calore in modo migliore. Al forno o in padella si crea invece una crosticina in superficie perché il calore viene trasmesso dall’esterno.

 LA COTTURA IN MICROONDE, ALTERA GLI ALIMENTI? Approfondite indagini hanno rilevato che non ci sono sostanziali differenze rispetto alla cottura convenzionale. La digeribilità degli alimenti è simile nei due metodi di cottura.

 E’ SICURO CUCINARE O RISCALDARE CON IL MICROONDE?
Non c’è una sostanziale differenza tra i cibi cotti al microonde e i cibi cotti in modo convenzionale, perciò per entrambi si può dire che non ci sia rischio cancerogeno. Anche l’Oms, Organizzazione Mondiale della Sanità, non considera le microonde come radiazioni pericolose per la cottura del cibo.

 QUALI SONO LE PRECAUZIONI PRINCIPALI NELLA COTTURA DEI CIBI?
Tagliare le verdure in pezzi di dimensioni simili, mescolare durante la cottura, utilizzare soltanto recipienti idonei per l’uso nel microonde sono le precauzioni utili per un uso sicuro.

 QUALI SONO I CIBI CHE È MEGLIO NON METTERE NEL MICROONDE?
I forni a microonde riscaldano i cibi molto rapidamente, formando una sovrappressione al loro interno, a condizione che i pezzi non siano eccessivamente grossi (spessore massimo 3-4 cm). All’interno del microonde, alimenti come uova, pomodori, patate o salsicce, rivestiti al loro esterno di pelle, buccia o guscio, potrebbero scoppiare durante la cottura o al momento di estrarli dal forno. Particolarmente pericolose sono le uova riscaldate nel microonde, poiché scoppiando possono provocare ustioni da leggere a gravi oppure ferite agli occhi: consigliamo contenitori ad hoc o la cottura convenzionale. Per quanto riguarda gli altri alimenti, buona regola può essere quella di pelarli o punzecchiarli prima della cottura in microonde. Altra categoria di cibi potenzialmente dannosi sono i liquidi in quanto il microonde può portare questi alimenti anche oltre il loro punto di ebollizione senza che si formino vapori o bolle (questo stato viene chiamato stato supercritico). Alla minima agitazione del contenitore, dai liquidi riscaldati in eccesso possono svilupparsi grosse bolle che, esplodendo, fanno schizzare il liquido bollente fuori dal recipiente col rischio di provocare ustioni.

 QUALI SONO I MATERIALI PIÙ ADATTI DA INTRODURRE IN QUESTI FORNI?
I materiali più adatti sono sicuramente gli isolanti elettrici, come il vetro e la porcellana, i quali lasciano penetrare quasi completamente le microonde e questa caratteristica li rende i materiali più idonei per le stoviglie da utilizzare nei forni a microonde. Le motivazioni per non introdurre stoviglie metalliche sono essenzialmente tre: i metalli possono riflettere quasi interamente le microonde e perciò non permettono il riscaldamento dei cibi; se questi materiali sono troppo vicini alle pareti interne del forno a microonde c’è il rischio che si sviluppino delle scintille; se dovessero arrivare a fondersi in qualche punto, potrebbero mischiarsi agli alimenti e se ingeriti potrebbero causare danni irreparabili alla nostra salute. Da evitare sono anche i piatti di ceramica ma con decorazioni in metallo che potrebbero creare diversi problemi sia al forno che agli alimenti che vengono cotti o riscaldati. Comunque tutti i recipienti che possono essere introdotti senza alcun problema in questi dispositivi riportano il simbolo dove il valore numerico rappresenta la potenza massima a cui possono essere sottoposti mentre la dicitura “NO LID” serve a ricordare che i recipienti vanno messi all’interno del forno senza coperchio per evitare che la pressione che si viene a creare nei contenitori chiusi li faccia esplodere letteralmente.

Pulizia e manutenzione

CON QUALI PRODOTTI VA PULITO IL MICROONDE?
Se il forno è poco sporco può bastare anche un panno in microfibra o una mistura di acqua e aceto mentre se il forno è molto sporco può essere utile un qualsiasi detergente per stoviglie (come ad esempio il detersivo per i piatti o uno sgrassatore universale) ma questi ultimi devono essere accuratamente risciacquati perchè eventuali residui possono essere dannosi. La pulizia va fatta togliendo il piatto girevole che può essere tranquillamente lavato come tutti gli altri piatti a mano o in lavastoviglie. Tutte queste operazioni vanno assolutamente fatte staccando il forno a microonde dalla spina della corrente elettrica per evitare qualsiasi pericolo.

 NEL CASO DI GUASTO, È CONSIGLIABILE AGGIUSTARLO DA SOLI?
Assolutamente no! Il forno a microonde è l’elettrodomestico che più di ogni altro presenta gravi insidie al suo interno e si deve pertanto evitare ogni tentativo di riparazione che non sia affidata a tecnici specializzati. I problemi principali sono essenzialmente due: all’interno del forno a microonde è presente un grosso condensatore che può mantenere una carica elettrica letale anche per lungo tempo dopo lo spegnimento; inoltre, il rischio di non rimontare correttamente tutti i dispositivi di sicurezza presenti nell’apparecchio potrebbe renderlo dannoso per la salute.

Suggeriti dal tecnico !

pulitore specifico per forni a microonde

MICROCARE

Questo detergente rimuove facilmente residui bruciati di cibo e grasso dal microonde sia internamente che esternamente. È efficace contro proteine, muffa e batteri residui, così come contro i cattivi odori che questi possono causare.

Biodegradabile
Non abrasivo
Non è tossico né pericoloso per il cibo
Flacone spray da 250ml

vapriera per forni a microonde accessori electrolux

VAPORIERA PER MICROONDE

Create dei pasti sani in pochi minuti grazie a questa vaporiera per microonde. Usatela per cuocere cibi al vapore in microonde, conservando le vitamine e i nutrienti senza aggiungere grassi.

Questa vaporiera con coperchio con aperture regolabili può essere riposta in frigorifero/congelatore e si può lavare in lavastoviglie.

Piano cottura

Per la sicurezza dei tuoi elettrodomestii il controllo e la riparazione devono essere eseguiti da un tecnico.

Cura e manutenzione delle superfici

COME FAR BRILLARE L’ACCIAIO
Se il tuo piano cottura è in acciaio, la prima cosa da sapere è che non devi usare nulla di abrasivo, ovvero detersivi in polvere e pagliette metalliche.
Ricordati anche di evitare prodotti che contengono cloro e di asciugare sempre bene la superficie: se l’acciaio rimane a lungo contatto con l’acqua può ossidarsi. Allo stesso modo ti sconsigliamo prodotti contenenti cloro (acido muriatico o candeggina) perché potrebbero macchiare e ossidarlo irreparabilmente.
Per mantenere il piano in buone condizioni, puliscilo sempre dopo ogni uso con una spugna imbevuta di acqua e sapone o detersivo neutro.
In che modo? Strofinando la superficie seguendo il verso della satinatura, e avendo poi cura di provvedere a un buon risciacquo.
Per macchie di olio o grasso molto resistenti, puoi usare prodotti a base di alcool o altri solventi come l’acetone.
Per evitare di allargare la macchia, applica poche gocce del prodotto direttamente sulla zona da trattare (in modo da sciogliere le tracce), strofinando con un panno pulito e non abrasivo.

PIANI IN VETRO O SMALTATI: SPUGNETTA E DETERSIVO NEUTRO!
Anche in questo caso è meglio non usare detergenti abrasivi e oggetti appuntiti.
Se il tuo piano è in vetroceramica puoi usare anche detersivi adatti alla pulizia dei vetri.
Se invece è in vetro temperato meglio preferire acqua e sapone.
Se devi affrontare macchie incrostate, utilizza l’apposito raschietto (in vendita dai migliori rivenditori), e mai posate o utensili in acciaio.
Macchie di cibi ricchi di zucchero come marmellate vanno pulite subito, onde evitare che si cristallizzino sul piano.
Il piano cottura smaltato lo puoi invece pulire con una normale spugna e del detersivo per piatti.

GRIGLIE, BRUCIATORI E SPARTIFIAMMA
Per la pulizia delle griglie in ghisa si consiglia la pulizia con acqua saponata ed una attenta asciugatura. Non vanno lavate in lavastoviglie o con detergenti acidi, la ghisa è infatti un materiale altamente poroso, e rischierebbe di rovinarsi.
Anche le griglie in acciaio vanno in lavastoviglie perché non possono rimanere bagnate a lungo. Per lavarle è perfetto anche il semplice sapone.
I bruciatori si puliscono con un detergente neutro oppure con un prodotto specifico per questa parte del piano cottura.
I fori dei spargi fiamma vanno liberati dalle incrostazioni con uno stuzzicadenti oppure lasciandoli a bagno in acqua calda.
In questo caso, puoi sciogliere nell’acqua anche un prodotto specifico per bruciatori e spargifiamma.
Dopo averli lavati devi asciugarli con cura, perché per funzionare devono essere perfettamente asciutti.

PIANI DI COTTURA AD INDUZIONE
I piani cottura induzione avendo una superficie completamente piana sono più facili da pulire, infatti rispetto ai tradizionali piani cottura a gas non hanno le griglie e i piattelli, che devono essere rimossi per poter pulire il piano, con conseguente facilità e velocità di pulizia. Prima di procedere alla pulizia del nostro piano induzione dobbiamo prestare attenzione a 3 cose soltanto :
Verificare che il piano sia spento e non ci sia calore residuo ( pericolo di ustioni).
Non utilizzare prodotti aggressivi ( ad esempio spray da forno, scioglimacchia, pulitori ad alta pressione o apparecchi a vapore, spugne abrasive) e appuntiti.
Potrebbero danneggiare il piano cottura.
I residui di detergente danneggiano il piano induzione, quindi vanno eliminati con acqua.
Per effettuare una buona pulizia del piano in vetroceramica procediamo come segue :
Pulire la superficie in vetro con un panno umido e un po’ di detergente per vetroceramica
Asciugare il piano induzione con un panno asciutto
Per lo sporco più resistente, è possibile eliminarlo con un raschietto per il vetro (appoggiate il raschietto per vetro abliquamente alla superficie in vetroceramica ed eliminate lo sporco facendo scorrere delicatamente la lama sulla superficie del piano induzione )Per tutte le parti in acciaio inox o in alluminio quali, profili, cornici ecc… utilizzare esclusivamente acqua e sapone neutro. Ricordate sempre di pulire il piano dopo ciascuna cottura. Così facendo, è possibile evitare che i residui di cibo si brucino.

IL RIPIANO IN VETRO SUL MIO PIANO COTTURA È DANNEGGIATO.
Macchie sul piatto di vetro a volte danno l’impressione di danneggiamento, ma possono essere rimosse usando il raschietto fornito con il detergente per il piano di cottura in ceramica. Sul mio piano cottura sono presenti tracce di ruggine.
Su componenti smaltati:
Sporcizia e macchie possono apparire come tracce di ruggine, ma possono essere eliminate utilizzando un prodotto di pulizia specifico.
Su componenti in ghisa:
Questi componenti non possono essere puliti nella lavastoviglie perché il detergente ed il sale li farebbero arrugginire. Sporcizia e macchie possono apparire come tracce di ruggine, ma possono essere eliminate utilizzando un prodotto di pulizia specifico leggermente abrasivo.
Su scanalature in acciaio inox:
Sporcizia e macchie possono sembrare tracce di ruggine, ma possono essere eliminate usando un prodotto specifico per la pulizia dell’acciaio inox.
Se i consigli summenzionati non risolvono il problema, mettersi in contatto con il Centro di assistenza.

Problemi di funzionamento

IL MIO PIANO COTTURA SI ACCENDE CONTINUAMENTE.
Per la sicurezza dei tuoi elettrodomestici il controllo e la riparazione devono essere eseguiti da un tecnico.

I BRUCIATORI O I SUPPORTI PENTOLA DEL MIO PIANO COTTURA SONO DANNEGGIATI.
Le macchie sui bruciatori o sui supporti pentola a volte possono farli apparire danneggiati, tuttavia possono essere eliminate utilizzando prodotti di pulizia specifici.
I bruciatori ed i supporti pentola non possono essere puliti nella lavastoviglie perché il detergente ed il sale li farebbero arrugginire.

TUTTE LE ZONE DEL MIO PIANO COTTURA SI ACCENDONO SIMULTANEAMENTE. L’accensione simultanea di tutte le zone è normale. Quando si accende una zona, si accendono anche tutte le altre zone.Tuttavia resta accesa solo la zona richiesta, perché è la sola a cui viene erogato gas. Per accendere la zona, tenere il tasto premuto per almeno 3 secondi.

IL MIO PIANO COTTURA A GAS SI SPEGNE DURANTE IL FUNZIONAMENTO.
Non si accende?
Il tasto potrebbe non essere stato premuto a sufficienza o è stato erogato troppo gas per l’accensione. Si consiglia di tenere il tasto di accensione premuto per 10 secondi con metà fiamma del gas.
Si spegne quando si abbassa la fiamma?
In un bruciatore freddo la fiamma si spegne se è impostato troppo basso. Si consiglia di impostare la fiamma ai massimi livelli per 30 secondi dopo l’accensione e poi di abbassarla delicatamente.

IL MIO PIANO COTTURA NON SI ACCENDE.
Il piano di cottura deve essere collegato all’alimentazione elettrica per potersi accendere. Controllare che ci sia alimentazione proveniente dalla presa di corrente. Controllare anche che il cappello del bruciatore sia posizionato correttamente. E qualora il piano cottura sia appena stato pulito, è possibile che nel bruciatore o nel coperchio del bruciatore sia ancora presente dell’acqua. Oppure il tasto potrebbe non essere stato premuto a sufficienza o è stato erogato troppo gas per l’accensione. Si consiglia di tenere il tasto di accensione premuto per 10 secondi con metà fiamma del gas. 

IL MIO PIANO COTTURA NON SI AVVIA OPPURE NON SI ACCENDE.
Se si tratta di una nuova installazione, verificare che l’alimentazione vada bene. Il piano di cottura elettrico deve essere collegato da un installatore autorizzato. Anche il piano di cottura a gas viene collegato alla presa elettrica per l’accensione. Consultare le istruzioni d’installazione o mettersi in contatto con il Centro di assistenza. Se si dispone di un piano cottura a induzione, è molto probabile che il tasto di accensione/spegnimento sia stato coperto quando spento (per es. da una tovaglietta o da una pentola). Questo ne blocca il funzionamento quando viene acceso la volta successiva. Le zone continuano a visualizzare “0”.

Si può risolvere il problema con la seguente procedura di reset:
Disattivare l’alimentazione del piano cottura per 5 minuti spegnendo (normalmente) 2 gruppi simultaneamente nel quadro strumenti; O alternativamente: Disattivare la piastra e tenere premuto il tasto di spegnimento/accensione finché il display: si spegne, di riaccende ed emette un segnale acustico. La piastra viene così ripristinata e dovrebbe funzionare di nuovo normalmente.
Se i consigli summenzionati non risolvono il problema, mettersi in contatto con il Centro di assistenza.

IL MIO PIANO SI ACCENDE E SI SPEGNE A INTERMITTENZA.
Se si utilizza un piano in vetroceramica a bassa potenza, allora è normale per un piano in vetroceramica. Con una selezione di potenza inferiore, la zona di cottura si accende e si spegne a intermittenza. Questa sequenza è percepibile dal rumore dello scatto del relè interno che la controlla e dall’affievolimento dell’illuminazione della zona di cottura del piano in vetroceramica.

IL MIO PIANO NON RICONOSCE LA PENTOLA.
Le pentole devono essere adatte per i piani cottura a induzione e devono soddisfare proprietà di materiali, di diametro minimo e di spessore per zona, come descritto nel manuale delle istruzioni. Potete controllare da soli il corretto funzionamento con una pentola in ghisa. Se questa viene riconosciuta correttamente dal piano cottura, il problema è nelle pentole. Dovete contattare il fornitore delle pentole.

 

ALL’INTERNO DEL MIO PIANO COTTURA A GAS C’È UNA PERDITA DI GAS.
Tutte le perdite di gas dai raccordi devono essere riparate da un tecnico del gas certificato.
Le perdite di gas che si verificano all’interno dell’apparecchiatura devono essere controllate e riparate da un tecnico.
ATTENZIONE:
Non utilizzare l’apparecchiatura fino alla sua riparazione.
Chiudere il rubinetto del gas che alimenta l’apparecchiatura e assicurarsi che nessuno nella famiglia lo riapra o provi ad utilizzare il piano cottura fino alla sua riparazione.

SUL MIO PIANO COTTURA È PRESENTE UN TASTO ALLENTATO.
Il controllo e la riparazione devono essere eseguiti da un tecnico.

IL MIO PIANO COTTURA EMETTE RUMORI INSOLITI.
Ticchettii o fischi:
Pentole a distanza ravvicinata possono emettere tale tipo di rumore. Provare a distanziare un po’ le pentole. Ogni pentola deve ovviamente rimanere nella sua zona.
Il fondo di una pentola può anche emettere un ticchettio o un fischio. Questo rumore generalmente indica che la pentola è usurata e non può essere riparata.
L’umidità sotto la pentola può produrre dei rumori. Accertarsi che il piano cottura sia tenuto asciutto e pulirlo direttamente subito dopo averlo sporcato.
Sibilo soprattutto su un piano cottura a induzione:
Alcuni tegami e pentole possono generare rumori più forti durante il loro utilizzo su piani cottura a induzione. Il rumore non determina un guasto del piano cottura.
Ronzio o brusio:
Potrebbero essere causati dalle ventole che raffreddano le parti elettroniche quando il piano cottura a induzione è in uso. A volte le ventole si attivano solo quando la temperatura supera un certo livello. Se la ventola è troppo rumorosa, è opportuno farla controllare da un tecnico.
Tutti gli altri rumori:
Per il controllo è necessario l’intervento di un tecnico.

Il display

SUL DISPLAY DEL MIO PIANO COTTURA APPARE UN MESSAGGIO DI ERRORE.
Se il messaggio di errore che appare non è “-“, “A”, “E5”, “F”, “H”, “L”, “P” o “U”:
Il controllo e la riparazione devono essere eseguiti da un tecnico.

Suggeriti dal tecnico !

te steel care per acciaio

STEEL CARE

Detergente extra-delicato anti-impronte per tutte le superfici in acciaio inox della tua casa.

Questo prodotto pulisce e protegge superfici quali ad esempio piani cottura, cappe di aspirazioni, porte del forno in acciaio inox, lavandini e frigoriferi senza graffiare. La formula che non prevede risciacquo è un’ottima soluzione per rimuovere macchie e ditate.

flacone spray da 250ml

detergente specifico per pianti a induzione e vetroceramica

VITRO CARE

Per una brillantezza perfetta dei vostri piani cottura in vetroceramica, a induzione e in vetro.

Questo detergente di qualità superiore elimina i residui di cibo senza graffiare la superficie del piano cottura. Lascia una pellicola protettiva che semplifica le operazioni future di pulizia e manutenzione.

flacone da 250ml di formula concentrata.

raschietto studiato per non graffiare i piani in vetroceramica

RASCHIETTO

Questo raschietto leggero e duraturo serve per la manutenzione dei piani cottura in vetroceramica. Rimuove i residui di cibo carbonizzati e le macchie più ostinate in modo facile senza correre il rischio di graffiare la superficie del piano cottura in vetroceramica.

MICRO WIZARD

Panno Micro Wizard realizzato in microfibra di alta qualità , garantito antibatterico, in grado di pulire efficacemente e di igienizzare ogni superficie senza bisogno di aggiungere detergenti.
Perfetto per pulire superfici in acciaio, legno, metallo, plastica, specchi, vetri e in generale qualunque superficie lavabile.
Non utilizzando alcun detergente o detersivo, il panno Micro Wizard è specificamente indicato per tutte le persone allergiche a tali sostanze.

 

Forno

elettrodomestici forno

Cura e pulizia

I COMPONENTI IN ACCIAIO INOX O IN ALLUMINIO DEL MIO FORNO SONO SPORCHI.
Possono essere puliti con una soluzione di acqua e sapone (per le parti in alluminio) o con un detergente specifico per acciaio inox,

TRA I VETRI DELLA PORTA DEL FORNO SI CREA CONDENSA.
Quando gli alimenti vengono cotti in forno, si produce umidità. Questa umidità fuoriesce dal forno attraverso canali di ventilazione, compreso lo sportello. Questo significa che è possibile che macchie e condensa si formino tra i due vetri dello sportello.

Problemi i funzionamento

IL VETRO DEL MIO FORNO È ALLENTATO.

Controllare se il vetro può essere reinserito come descritto nel manuale delle istruzioni.
Se i consigli summenzionati non risolvono il problema, mettersi in contatto con il Centro di assistenza.

DOPO LA PULIZIA, LA MANOPOLA DI COMANDO DEL MIO FORNO È ALLENTATA.

È possibile che la manopola si sia sfilata dal perno. È possibile riposizionare in sede la manopola da soli, in caso contrario, contattare il Centro di assistenza.

LA VENTOLA DEL MIO FORNO NON FUNZIONA.

Per la sicurezza dei tuoi elettrodomestici il controllo e la riparazione devono essere eseguiti da un tecnico.

LA LUCE INTERNA DEL MIO FORNO È DIFETTOSA.

Sostituire la lampadina (consultare il manuale delle istruzioni per vedere come fare).
Se i consigli summenzionati non risolvono il problema, mettersi in contatto con il Centro di assistenza.

LA LAMPADINA DEL MIO FORNO NON FUNZIONA.

Se è difettosa, sostituirla. È possibile sostituire la lampadina da soli. Per i dettagli, fare riferimento al manuale delle istruzioni.
Se i consigli summenzionati non risolvono il problema, mettersi in contatto con il Centro di assistenza.

L’OROLOGIO DEL MIO FORNO LAMPEGGIA.

Se sul display dell’orologio lampeggia la scritta “0:00”, potrebbe darsi che ci sia stata un’interruzione di corrente elettrica. In questo caso, impostare l’orologio (vedere il manuale delle istruzioni) per poter utilizzare il forno normalmente.
Se i consigli summenzionati non risolvono il problema, mettersi in contatto con il Centro di assistenza.

NON SI RIESCE AD IMPOSTARE L’OROLOGIO DEL MIO FORNO.

Provare a ripristinare l’apparecchiatura estraendo la spina dalla presa di corrente per circa 1 minuto o disattivando brevemente l’alimentazione interessata dall’interruttore a parete.
Se i consigli summenzionati non risolvono il problema, mettersi in contatto con il Centro di assistenza.

L’INDICATORE DELLA TEMPERATURA DEL MIO FORNO LAMPEGGIA.

L’indicatore della temperatura si accende e si spegne ogni volta che viene attivata la resistenza.

LO SPORTELLO O IL PANNELLO FRONTALE DEL MIO FORNO DIVENTA MOLTO CALDO.

Non si tratta di un’anomalia. La temperatura del pannello comandi può arrivare fino a 60 °C oltre la temperatura ambiente. Per esempio con una temperatura ambiente di 20 °C, il pannello può arrivare ad 80 °C

IL MIO FORNO EMETTE RUMORI O TINTINNII METALLICI INSOLITI.

Per la sicurezza dei tuoi elettrodomestici il controllo e la riparazione devono essere eseguiti da un tecnico.

IL MIO FORNO NON SI SCALDA.

Controllare se il forno è in funzionamento manuale (impostazione manuale sull’orologio programmatore). Se il forno non è su modalità manuale, devono essere impostati una funzione di cottura ed il tempo di cottura.
Se il consiglio summenzionato non risolve il problema, mettersi in contatto con il Centro di assistenza.

Display e messaggi di errore

SUL DISPLAY DEL MIO FORNO APPARE IL MESSAGGIO“SAFE”.

Il Blocco di sicurezza è attivo e il forno è bloccato. Può essere utile per bloccarne il funzionamento ad esempio per impedire ai bambini di utilizzarlo.

Per sbloccarlo, consultare il manuale delle istruzioni

Suggeriti dal tecnico !

OVEN CARE

Detergente in crema con formula non irritante per una perfetta pulizia in profondità del forno.

Questo detergente per forno scioglie i grassi e rimuove i residui di cibo bruciati da forni, ripiani, griglie e grill elettrici tenendo pulito l’interno del forno più a lungo.

Questo prodotto non va usato coi forni autopulenti o su superfici catalitiche.

flacone da 250ml

assistenza faber massa carrara

STEAM CARE

Disincrostare, pulire e proteggere.

Un set completo per disincrostare, pulire e proteggere il vostro forno a vapore. Questo set comprende un disincrostante naturale di alta qualità per disincrostare la cavità e il sistema interno, un detergente che dissolve il grasso e i residui di cibi bruciati e un panno morbido per la pulizia dello sporco e per l’asciugatura dopo la pulizia.

Cappa

Pulizia filtro

COME POSSO PULIRE IL FILTRO DELLA MIA CAPPA?

Filtri in metallo:I filtri in metallo possono essere lavati con acqua calda o in lavastoviglie. Quando vengono lavati in lavastoviglie, assicurarsi sempre di selezionare un programma a temperatura elevata (ad es. 65 °C o 70 °C) e di non utilizzare detersivi per non danneggiare le parti in alluminio presenti nel filtro.

Filtri al carbone attivo:Alcuni filtri al carbone attivo possono essere rigenerati. Nel caso questo fosse possibile, viene descritto nel manuale delle istruzioni. Dopo la pulizia, il filtro può essere asciugato in forno per 10 minuti ad una temperatura massima di 100 °

Display e messaggi di errore

SUL DISPLAY DELLA MIA CAPPA APPARE IL MESSAGGIO DI ERRORE “f”, “c” O “cl”.

Il LED saturazione grasso (F) oppure filtro carbone (C o CL) si accende dopo un certo numero di ore di utilizzo per ricordarvi che deve essere pulito o sostituito. La procedura di spegnimento viene descritta nelle istruzioni utente.

SUL DISPLAY DELLA MIA CAPPA APPARE IL MESSAGGIO DI ERRORE “8.8”.

Potrebbe trattarsi di un guasto elettronico che deve essere controllato e riparato da un tecnico. 

LA MIA CAPPA NON SI AVVIA OPPURE NON FA NIENTE.

Se non si accende alcuna luce o LED, controllare l’alimentazione elettrica. Se l’alimentazione elettrica è a posto, eseguire un reset. Per fare ciò, scollegare l’apparecchiatura per 30 secondi, quindi ricollegarla.

Se i consigli summenzionati non risolvono il problema, mettersi in contatto con il Centro di assistenza.

LA MIA CAPPA È BLOCCATA.

Per la sicurezza dei tuoi elettrodomestici il controllo e la riparazione devono essere eseguiti da un tecnico.

LA MIA CAPPA SI ARRESTA DURANTE L’USO.

Per la sicurezza dei tuoi elettrodomestici il controllo e la riparazione devono essere eseguiti da un tecnico.

Suggeriti dal tecnico !

Salvietta protettiva CLIN & CLIN


Protegge e mantiene nel tempo la bellezza delle superfici in acciaio. Pratica e  monouso si applica su superfici già pulite e asciutte.

Pasta rigenerante FRANKE

Toglie gli aloni, le macchie, le piccole ossidazioni dovute all’uso quotidiano e  ridona la naturale brillantezza alle superfici in acciaio.

Macchina da caffè

caffitaly macchina caffè nautilus

Consigli per il miglior utilizzo

QUANDO UTILIZZO LA MIA MACCHINA PER CAFFÈ DA INCASSO, IL CAFFÈ VIENE EROGATO TROPPO VELOCEMENTE OPPURE VIENE EROGATA SOLTANTO DELL’ACQUA.

  • La modalità di selezione della macinatura del caffè potrebbe essere sbagliata

    Regolare la macinatura. Se il problema persiste nonostante i suggerimenti summenzionati, potrebbe trattarsi di un problema legato ad un componente funzionale. Per la riparazione rivolgersi al Centro di assistenza.

    LA MACCHINA NON PRODUCE VAPORE O NON PRODUCE ACQUA CALDA

    Forse l’apparecchiatura è bloccata o calcificata.

    La decalcificazione eseguita a intervalli regolari serve a pulire la caldaia e il circuito idraulico, evitando che l’apparecchiatura si usuri troppo velocemente. Ddeve essere eseguita regolarmente ogni volta che la macchina lo richiede. La frequenza dipende dalla durezza dell’acqua di casa. La decalcificazione consiste nel diluire una dose di prodotto apposito in un litro di acqua nel serbatoio della macchina. Seguire le istruzioni riportate nel manuale per conoscere le procedure complete.
    Se la macchina non emette vapore, o se l’acqua calda erogata non è sufficientemente calda, o non viene proprio erogata acqua calda ci potrebbe essere un problema su una componente funzionale, e ciò può essere risolto dal Centro Assistenza.

Suggeriti dal tecnico !

DECALCIFICANTE

Se vuoi gustare sempre al meglio le tue bevande preferite, ti consigliamo di eseguire la pulizia periodica della tua macchina del caffè utilizzando sempre il decalcificante Caffitaly. Arriva già pronto per l’uso: basta versarlo nel serbatoio dell’acqua e seguire le istruzioni per la pulizia che troverai nel manuale della tua macchina.

CARTUCCIA FILTRANTE

AQUA SCAN

La nuova cartuccia filtrante “Aqua Scan” per macchine Caffitaly System è stata sviluppata da Laica, azienda leader nella produzione di sistemi filtranti. Di semplice utilizzo e sostituzione, “Aqua Scan” è in grado di ridurre il contenuto di calcare nell’acqua potabile, garantendo una protezione efficace dall’accumulo di calcare e di alcune altre sostanze non desiderate eventualmente presenti.

N.B.: la cartuccia filtrante è compatibile con tutte le macchine Caffitaly System ad esclusione dei modelli: S01HS, S02HS e S22.

DECALCIFICANTE MACCHINE CAFFE’

Menalux, decalcificante specifico per macchine da caffè.

Flacone da 500 ml sufficiente per 5 cicli di decalcificazione.

UNIVERSAL DESCALER

Decalcificante universale Electrolux.

Flacone da 1 litro.

Aspirapolvere

IL CAVO DEL MIO ASPIRAPOLVERE È DANNEGGIATO.

Se il cavo è danneggiato, non collegare il prodotto e non utilizzarlo. Il prodotto deve essere riparato immediatamente da un tecnico autorizzato. Tutti gli elettrodomestici diventano pericolosi se il cavo è danneggiato.

IL MIO ASPIRAPOLVERE NON RISPONDE BENE AI COMANDI.
Qualora l’apparecchiatura fosse dotata di opzione “Avvio graduale” (controllare il manuale utente): all’avvio graduale il motore non si avvia immediatamente. Si consiglia di attendere qualche istante.

 

Se si utilizza un modello con un telecomando sul manico:
Nel caso in cui l’apparecchiatura non risponde al telecomando sul manico, potrebbe trattarsi di batteria scarica. Controllare se sta lampeggiando un LED quando viene premuto un tasto

IL MIO ASPIRAPOLVERE È SPORCO O POLVEROSO.
Se all’interno del vano è presente della polvere, il sacchetto potrebbe essere stato collocato in modo errato all’interno del vano, oppure potrebbe essere stato utilizzato un sacchetto sbagliato.

IL MIO ASPIRAPOLVERE HA UNA POTENZA DI ASPIRAZIONE RIDOTTA

Controllare che il tubo, o la spazzola, non sia ostruito).
Verificare che il filtro Hepa o il filtro del motore non siano ostruiti; se necessario, pulirlo o sostituirlo secondo le istruzioni fornite nel manuale delle istruzioni.
Accertarsi che l’ugello non sia ostruito; se necessario, pulirlo secondo le istruzioni fornite nel manuale delle istruzioni.
Controllare che la camera ciclonica non sia piena. Se necessario svuotarla o pulirla secondo le istruzioni fornite nel manuale delle istruzioni.

Se si utilizza un modello con sacco:

Verificare che il sacco non sia pieno o ostruito da polveri fini. Sostituire il sacchetto.

IL MIO ASPIRAPOLVERE SI ARRESTA DURANTE IL FUNZIONAMENTO.

L’apparecchiatura (il motore) potrebbe essersi surriscaldata. Controllare i filtri e lasciare raffreddare il motore.

IL MIO ASPIRAPOLVERE NON SI AVVIA.

Controllare che il cavo o la spina non siano difettosi né danneggiati.
Se il cavo è danneggiato, non collegare il prodotto e non utilizzarlo. Il prodotto deve essere riparato immediatamente da un tecnico autorizzato.
Qualora l’apparecchiatura fosse dotata di opzione “Avvio graduale”: al momento dell’avvio il motore non si avvia immediatamente. Si consiglia di attendere qualche istante.

Suggeriti dal tecnico !

CARTUCCE PROFUMATE

Cartucce profumate per apirapolvere.
Ampia scelta di fragranze

 

I-GENIO

Ametera s.r.l. ha sviluppato una nuova soluzione per i sacchetti aspirapolvere! Un sacchetto standard da montare all’interno attraverso un supporto riutilizzabile progettato per ogni diverso modello.