La nuova etichetta energetica - Stel informazioni

L’etichetta energetica da oltre 25 anni aiuta i consumatori nella ricerca di prodotti ad alta efficienza energetica. L’unione  Europea, in base alle esigenze degli utenti, l’ha ottimizzata introducendo gradualmente  la nuova Etichetta Energetica a partire dal 1 Marzo 2021.
Ciò si è reso necessario per la proliferazione di apparecchiature con prestazioni energetiche in grado di superare la scala di efficienza energetica preesistente, richiedendo il ricorso a classi estese come, a titolo di esempio, A+++ – 30%. 
Nella nuova etichetta energetica si torna alla classificazione da A a G eliminando quindi i “+” così da rendere più immediata la comprensione. È importante capire, però, che l’elettrodomestico è lo stesso e anche i consumi e la sua efficienza sono i medesimi.
A cambiare è solo la classificazione, che diventa più severa a favore di una maggiore chiarezza e confrontabilità tra prodotti.
Per capire a colpo d’occhio se ci troviamo di fronte a una nuova etichetta energetica, basta vedere se in alto a destra è presente un QR Code (non c’era sulla vecchia etichetta): questo permette di accedere a informazioni aggiuntive sul prodotto presenti nel database di efficienza energetica di tutti i prodotti in commercio.

stel

La nuova etichetta si differenzia dalla vecchia perchè:

  • Non conterrà le classi “A+”, “A++” e “A+++”, che confondevano il consumatore in fase di acquisto.
  • Avrà una scala da A a G che indicherà la classe di efficienza energetica del prodotto.
  • Presenterà il consumo di energia assoluto in kWh, indicato per anno o per qualsiasi periodo di tempo pertinente.
  • Conterrà il QR Code (Quick Response Code), un codice a barre da scansionare con il proprio smartphone per accedere velocemente alla banca dati dove sono registrati tutti i prodotti con la nuova etichettatura. Il cliente può così confrontare i consumi dei diversi elettrodomestici.
  • Avrà l’icona “smart”, per distinguere gli elettrodomestici intelligenti, che entrano in funzione quando il costo dell’energia è più basso.

Non serve confrontare tra loro un’etichetta vecchia con una nuova perché le classi sono notevolmente cambiate e anche i valori di consumo seguono diverse logiche.

IL QR code

Un’altra novità di rilievo è la presenza del QR Code che compare sull’etichetta in alto a destra. Il QR Code permetterà ai consumatori, tramite la scansione del codice con lo smartphone, di accedere ad informazioni aggiuntive ufficiali inserite dai produttori nella banca dati  EPREL EU, gestita dall’Uniore Europea.
Eprel è un database di registrazione in cui i produttori e gli importatori devono registrare tutti i prodotti per cui è obbligatoria la nuova etichetta energetica, compresa tutta la documentazione tecnica dettagliata, che potrà essere visualizzata e scaricata direttamente da internet.